Galveston

Progetti audiovisivi

Video editing per smartphone e pc

Posted by on Feb 6, 2018

Sia chi ama modificare i propri video per puro diletto, magari per condividerli sui social o mandarli ad amici e parenti, che chi invece ha la necessità di realizzare dei filmati a scopo professionale, oggi può contare su tanti utili strumenti per la post produzione. Anche il regista migliore del mondo infatti termina davvero la sua opera non quando ha la videocamera in mano, ma quando può rielaborare il filmato per aggiungere effetti, tagliare e montare le immagini, per sovrapporre un tema audio o una colonna sonora. Per questo i programmatori hanno creato app e software che consentono di effettuare molte modifiche ad un file video di partenza, trasformando un filmato qualunque in un vero capolavoro. Andiamo ad analizzare più nel dettaglio alcuni dei programmi e delle applicazioni più utilizzate al momento, e che si prevede che nel corso del 2018 avranno un grande successo tra tutti gli appassionati di filmmaking. Per coloro che preferiscono lavorare da computer desktop o laptop e hanno un computer con sistema operativo Windows, l’ultimo strumento che c’è a disposizione, scaricabile gratuitamente per Windows 10, si chiama Movie Maker. Movie Maker è il tradizionale tool video che da sempre è presente sui sistemi operativi Windows, ma che nella sua versione attuale presenta molte interessanti e nuove features. Con Movie Maker si possono realizzare degli slideshows, oppure montare insieme due o più filmati diversi grazie ai pratici strumenti di taglio. Si può anche realizzare un filmato a partire da una serie di fotogrammi singoli, ovvero montare insieme delle foto grazie ai 30 effetti di transizione che possono essere sfruttati. Le foto possono anche essere inserite con particolari angolazioni; al tutto poi si può sovrapporre una traccia audio o delle scritte in sovraimpressione. La schermata di lavoro è molto semplice ed intuitiva, poiché in qualunque momento si può visualizzare la timeline che consente di dare uno sguardo d’insieme a quello che sarà il risultato finale. Movie Maker è adatto a chi non ha grande esperienza nel video editing perché è semplice e funzionale, ma include anche delle caratteristiche avanzate che rendono davvero arduo credere che sia completamente gratuito! Passando ora invece a qualche app adatta a chi preferisce lavorare con il suo smartphone, vediamo quali sono le tre applicazioni che si prevede andranno per la maggiore nel 2018. La prima è Cinemaker ed è gratuita, anche se poi presenta la possibilità di fare degli acquisti in-app. I suoi produttori dicono che è talmente facile da usare che potrebbe farlo anche un bambino di 10 anni. La caratteristica più interessante dell’app è la possibilità di sincronizzare insieme fino a quattro telefoni diversi; lo streaming inoltre prende il via in tempi molto rapidi rispetto alla media. LumaFusion ha un costo di 21,99 euro ed è pensato per i film maker professionisti che hanno la necessità di elaborare i propri video in tempo reale. Ci sono molti effetti di transizione, un’ampia libreria musicale e tanti strumenti per migliorare il colore e la stabilità dell’immagine. FilmoraGo, infine, si può scaricare tanto per dispositivi iOS che Android ed è gratuito. Si può definire l’equivalente di un software per computer desktop per le funzionalità che offre, che permettono di montare insieme le immagine o di tagliare e rimaneggiare un video già esistente. Sono presenti anche tutte le altre features di base, come la possibilità di mettere scritte o realizzare titoli, e di includere dei file audio. Con questi efficaci e potenti strumenti tutti possono creare video degni di un grande regista!

Read More

Il futuro di foto e video secondo Google

Posted by on Feb 6, 2018

Il modo di scattare fotografie è ormai completamente cambiato rispetto al passato. Un tempo la foto era statica, permetteva di immortalare un momento ma, a meno che non si fosse dotati di una macchina di grande qualità, nonché di una grande abilità personale, era difficile che uno scatto venisse fuori esattamente come lo desideravamo. La fotografia era quindi appannaggio di pochi professionisti capaci di tirare fuori dalla loro fotocamera esattamente le emozioni desiderate sotto forma di un’immagine. Per i comuni mortali le foto erano solo scatti ricordo, spesso non particolarmente artistici ma solo legati alla possibilità di tenere con se per sempre un particolare momento. Da quando sono arrivati nelle nostre mani gli smartphone non è più così. Non è stato infatti solo il passaggio al digitale a realizzare una rivoluzione, ma il fatto che sugli smartphone si possono installare delle app capaci di modificare i nostri lavori nel momento stesso in cui li facciamo. L’intelligenza artificiale di cui sono dotati i moderni telefonini infatti calibra l’immagine nell’attimo stesso in cui viene scattata, conferendole fin da subito una qualità che in precedenza le nostre fotografie non possedevano. Oltre a questo, come dicevamo, ci sono molte app che consentono un lavoro di post produzione, ovvero permettono di elaborare gli scatti ottenuti con le fotocamere di altissima qualità degli smartphone in modo che noi possiamo ottenere degli effetti speciali, o semplicemente migliorare ulteriormente la foto ottenuta. In questo settore le novità sono all’ordine del giorno: le ultime in ordine di tempo sono state annunciate da Google. Il colosso di Mountain View non resta mai con le mani in mano e cerca di dare al suo pubblico quello che chiede: in questo caso ha creato tre nuove app che definisce “sperimentali”, in quanto per la loro messa a punto conta sul feedback dei primi utilizzatori. Le app in questione sono chiamate Selfissimo, Storyboard e Scrubbies, ed ecco cosa permettono di fare. Selfissimo, come fa intuire il suo stesso nome, è pensato per tutti i patiti dei “selfie”, vale a dire degli autoscatti. L’app permette di fermare non solo il singolo momento, ma realizza una serie di scatti per tutto il tempo in cui il soggetto resta in posa. Alla fine è quindi l’autore del selfie a poter decidere quale sia lo scatto migliore e quindi a salvarlo. Selfissimo al momento è disponibile sia per sistemi operativi Android che iOS. Storyboard è un’applicazione molto divertente che consente di trasformare i propri filmati in brevi strisce a fumetti: è il sistema stesso a selezionare le immagini che vengono considerate più significative e a disporle in una sequenza che può essere elaborata con effetti di post produzione. Storyboard è disponibile per il download solo su dispositivi che usino il sistema operativo Android. Infine c’è Scrubbies, che funziona sui device della Apple, iPhone e iPad. Scrubbies serve a modificare i video che si sono girati con il proprio telefonino o iPad semplicemente strisciando le dita sullo schermo. In questo modo se ne possono modificare la direzione e la velocità di riproduzione, e anche creare effetti di loop molto interessanti. Le tre app Google sfruttano alcune delle più evolute funzionalità proprie delle intelligenze digitali, quali la capacità di riconoscimento automatico degli oggetti e di decodifica delle immagini, oltre a sofisticati algoritmi di stilizzazione. In questo modo l’arte della fotografia entra in una nuova era tutta da scoprire, anche grazie alle nuove applicazioni di BigG.

Read More

Lumbeyard, il motore grafico di Amazon che dà vita ai giochi

Posted by on Dic 19, 2017

Un motore grafico totalmente gratuito, con una piattaforma multifunzionale in grado di creare giochi in 3D. Amazon tenta di entrare nel mondo del games developement offrendo un prodotto, utilizzabile in modo gratuito, ma con delle condizioni specifiche, tipo quella di sfruttare la funzionalità del calcolo.

Come appena detto, Lumbeyard è un motore grafico che consente di dar vita a giochi in 3D e sfruttare tutte le potenzialità dei video streaming di Twitch. Il mercato è bello caldo e la potenza Amazon gli ha buttato gli occhi e non solo: infatti, con questo prodotto totalmente gratis, il colosso vuole entrare nel mondo dello sviluppo di giochi. Le uniche condizioni sono quelle di usare i servizi correlati di Amazon, come il servizio cloud, che per molti sviluppatori di giochi non causerà nessun tipo di problema.

Lumbeyard, secondo il suo creatore, permette di avere la totale concentrazione sul gioco, sviluppando anche attività legate al marketing e pensare sempre meno a tutto ciò che concerne gestione di server ed infrastrutture. Sono disponibili diverse funzionalità, tra cui tecnologie che permettono di creare mondi virtuali molto simili alla realtà, ottenendo anche effetti tipo nebbia, neve ma anche di fitta vegetazione.

Il network Gridmate presenta delle caratteristiche funzionali per questo progetto, come la flessibilità: inoltre, sono presenti funzioni per gestire suoni e tante altre attività che sono tipici di giochi e video games. Gli sviluppatori che utilizzeranno Lumbeyard di Amazon, godranno della gestione totale della memoria piuttosto che di CPU e grafica. Essendo anche nelle fasi iniziali, è disponibile un test per Windows ma, ben presto ci assicurano, che sarà disponibile anche per Android, iOS, Linux e OS X: sono uscite voci che questo engine abbia tutte le caratteristiche per supportare Oculus Rift.

C’è una curiosità che gira attorno all’utilizzo di Lumbeyard: oltre alle clausole legali classiche per l’utilizzo di questo tipo di prodotti, in questo prodotto Amazon è presente la clausola anti zombi, che specifica in quali campi può essere utilizzato Lumbeyard. A tal proposito, sono esclusi gli usi impropri per strumentazione aerea, medica piuttosto che quella nucleare e spaziale. Ma come procede il paragrafo 57.10, quello appunto della clausola anti zombi, Lumbeyard potrà essere utilizzato in caso di occorenza di un infezione virale che può provocare la rianimazioni di cadaveri umani.

Insomma, come ben si capisce, si tratta di qualche sviluppatore burlone che, dopo lungo e faticoso lavoro, ha voluto trovare il lato comico di questo progetto di Amazon. Tra le caratteristiche della piattaforma però manca il linguaggio Flash e anche quello HMTL5. Questo rende di fatto impossibile sviluppare sulla piattaforma Amazon degli istant games, come possono essere ad esempio i giochi di slot machine. Troverete i migliori esempi di questa tipologia di giochi all’indirizzo www.richslots.it. I colossi del settore come Net Entertainment e Microgaming, possono dormire sonni tranquilli.

Read More
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!