Galveston

Progetti audiovisivi

Magisto Magical Video Editor

Posted by on Nov 25, 2016

Una volta il video editing era appannaggio dei professionisti e degli esperti del settore, e per potervisi dedicare bisognava possedere computer molto potenti che fossero in grado di far girare i software necessari. Al giorno d’oggi le cose sono profondamente cambiate, anche perché è cambiato il modo di fruire i contenuti video. Se un tempo infatti i filmati venivano visualizzati sulla televisione o sullo schermo del personal computer, oggi per la maggior parte essi vengono realizzati con il proprio telefonino di ultima generazione, ovvero con lo smartphone, e poi rivisti sempre usando lo stesso dispositivo, o condivisi sui social. Al giorno d’oggi la fruizione dei filmati avviene soprattutto tramite la rete, grazie alla quale è possibile far conoscere ai propri amici, o a tutta la comunità di cui si fa parte, un’esperienza vissuta,o qualche evento che si ha avuto la fortuna di poter riprendere. Quindi sono cambiati anche gli strumenti di video editing. Anche se ovviamente esistono ancora software molto sofisticati che consentono non solo di effettuare il montaggio di una ripresa, ma anche di aggiungere effetti speciali, testi, o tracce audio, sono nate una miriade di app che permettono di modificare un filmato direttamente sul proprio smartphone per poi procedere immediatamente con la condivisione. Una di queste app si chiama Magisto Magical Video Editor, è molto semplice da usare tanto che si adatta davvero a tutti, anche a chi non ha mai usato prima un programma di video editing. Magisto Magical Video Editor è davvero magico” come dice il suo nome, perché fa tutto da solo e non richiede che un minimo intervento da parte del suo fruitore. Si può scaricare in modo gratuito, ma è anche possibile implementarlo ad una versione a pagamento per poter usare un maggior numero di opzioni. È disponibile tanto per dispositivi che usino il sistema operativo iOS che per quelli che usano il sistema operativo Android. Ecco come funziona Magisto Magical Video Editor. Una volta scaricata la app e dopo averla installata sul proprio smartphone, per prima cosa bisogna selezionare il video che si intende modificare. I file da prelevare possono trovarsi nella memoria interna del dispositivo o su Google Drive. Con Magisto è anche possibile creare un filmato eseguendo il montaggio di una serie di immagini che si scelgono a piacere. Bisogna poi selezionare la musica che si vuole usare come “soundtrack”. In questo caso si hanno due opzioni: o di nuovo si carica un file già presente sul telefonino o salvato in Google Drive, oppure si può scegliere all’interno della selezione di tracce audio predefinite di Magisto. Fatto questo il lavoro dell’utente è finito: non si deve fare altro che avviare l’app che da sola provvederà ad effettuare il montaggio del video o delle immagini, aggiungerà degli effetti di transizione e renderà quindi il tutto divertente, facile da fruire, veloce e gradevole. Una volta che Magisto ha finito il suo lavoro (possono volerci anche alcuni minuti) il video è pronto per essere condiviso sui social network preferiti oppure all’interno della community stessa di Magisto. Dunque l’app è davvero elementare: l’unico neo che presenta è che non permette alcun tipo di personalizzazione del lavoro finale. Però, per avere delle opzioni in più, per poter scaricare i video creati e poterli realizzare con una maggiore risoluzione, è anche possibile acquistare la versione superiore di Magisto Magical Video Editor che prevede una quota di abbonamento ma permette di intervenire maggiormente sui propri video.

Read More

Lumbeyard, il motore grafico di Amazon che dà vita ai giochi

Posted by on Nov 12, 2016

Un motore grafico totalmente gratuito, con una piattaforma multifunzionale in grado di creare giochi in 3D. Amazon tenta di entrare nel mondo del games developement offrendo un prodotto, utilizzabile in modo gratuito, ma con delle condizioni specifiche, tipo quella di sfruttare la funzionalità del calcolo.

Come appena detto, Lumbeyard è un motore grafico che consente di dar vita a giochi in 3D e sfruttare tutte le potenzialità dei video streaming di Twitch. Il mercato è bello caldo e la potenza Amazon gli ha buttato gli occhi e non solo: infatti, con questo prodotto totalmente gratis, il colosso vuole entrare nel mondo dello sviluppo di giochi. Le uniche condizioni sono quelle di usare i servizi correlati di Amazon, come il servizio cloud, che per molti sviluppatori di giochi non causerà nessun tipo di problema.

Lumbeyard, secondo il suo creatore, permette di avere la totale concentrazione sul gioco, sviluppando anche attività legate al marketing e pensare sempre meno a tutto ciò che concerne gestione di server ed infrastrutture. Sono disponibili diverse funzionalità, tra cui tecnologie che permettono di creare mondi virtuali molto simili alla realtà, ottenendo anche effetti tipo nebbia, neve ma anche di fitta vegetazione.

Il network Gridmate presenta delle caratteristiche funzionali per questo progetto, come la flessibilità: inoltre, sono presenti funzioni per gestire suoni e tante altre attività che sono tipici di giochi e video games. Gli sviluppatori che utilizzeranno Lumbeyard di Amazon, godranno della gestione totale della memoria piuttosto che di CPU e grafica. Essendo anche nelle fasi iniziali, è disponibile un test per Windows ma, ben presto ci assicurano, che sarà disponibile anche per Android, iOS, Linux e OS X: sono uscite voci che questo engine abbia tutte le caratteristiche per supportare Oculus Rift.

C’è una curiosità che gira attorno all’utilizzo di Lumbeyard: oltre alle clausole legali classiche per l’utilizzo di questo tipo di prodotti, in questo prodotto Amazon è presente la clausola anti zombi, che specifica in quali campi può essere utilizzato Lumbeyard. A tal proposito, sono esclusi gli usi impropri per strumentazione aerea, medica piuttosto che quella nucleare e spaziale. Ma come procede il paragrafo 57.10, quello appunto della clausola anti zombi, Lumbeyard potrà essere utilizzato in caso di occorenza di un infezione virale che può provocare la rianimazioni di cadaveri umani.

Insomma, come ben si capisce, si tratta di qualche sviluppatore burlone che, dopo lungo e faticoso lavoro, ha voluto trovare il lato comico di questo progetto di Amazon. Tra le caratteristiche della piattaforma però manca il linguaggio Flash e anche quello HMTL5. Questo rende di fatto impossibile sviluppare sulla piattaforma Amazon degli istant games, come possono essere ad esempio i giochi di slot machine. Troverete i migliori esempi di questa tipologia di giochi all’indirizzo www.richslots.it. I colossi del settore come Net Entertainment e Microgaming, possono dormire sonni tranquilli.

Read More

Tool video per condividere sui social network

Posted by on Nov 10, 2016

In commercio esistono moltissimi software professionali che consentono di creare e modificare file video in tanti modi diversi, ottenendo dei risultati molto soddisfacenti. Ma a volte non si ha voglia di spendere grosse cifre per acquistare delle licenze, un po’ perché non ce lo possiamo permettere, un po’ perché non ne vale la pena per l’uso che vogliamo fare dei nostri video. Ciononostante, usare dei video per pubblicizzare, ad esempio, la propria attività sui social network, per far conoscere il proprio profilo, o per divulgare un’iniziativa, può essere un mezzo molto efficace. Ecco quindi che ci farebbe comodo avere uno strumento facile da usare, snello, rapido e poco costoso o, ancor meglio, completamente gratuito, che ci consenta di realizzare un breve filmato o di modificarne uno già esistente. Grazie alle innumerevoli risorse della rete è possibile trovare anche tool di questo genere. Si tratta di piccoli programmi che funzionano grazie al cloud e che permettono di ottenere risultati del tutto sufficienti per la pubblicazione sui più diffusi social network. Uno dei più usati tool di questo genere si chiama Adobe Spark Video. Adobe Spark Video appartiene alla vasta gamma di prodotti Adobe ed è completamente gratuito. Il suo utilizzo è facilissimo, tanto che può essere facilmente accessibile anche da parte di chi abbia poca o nessuna dimestichezza con programmi per la manipolazione di video. Ecco come funziona Adobe Spark Video. Per prima cosa, esso può essere usato o da computer desktop o attraverso lo scaricamento della relativa app iOS. Per avere la possibilità di modificare i video con Spark Video per prima cosa bisogna registrare con le proprie credenziali: si possono usare quelle di Facebook, di Google o l’id Adobe, se se ne possiede uno. Fatto ciò si viene introdotti nell’ambiente di lavoro. La prima cosa che si deve fare consiste nel selezionare un template, ovvero un modello grafico all’interno del quale inquadrare il proprio lavoro. Si può scegliere tra i diversi modelli proposti e, una volta effettuata la selezione, proseguire con la realizzazione del video. A questo punto sarà possibile vedere due icone: una rappresenta un microfono e l’altra un segno di addizione. Premendo il pulsante del microfono è possibile registrare una traccia audio con la propria voce. È possibile cancellare e registrare ancora, tutte le volte che lo si desidera. Il pulsante “+” serve invece per aggiungere le immagini, che possono essere prelevate dal cloud o da uno storage fisso. Per verificare che la sequenza che ne deriva corrisponde ai tuoi desideri puoi usare il pulsante della “preview”. A questo punto si possono effettuare altri aggiustamenti: ad esempio inserire un’immagine di copertina che attiri spettatori, o una musica di sottofondo. Adobe Stock Video ne propone alcune che si possono usare senza problemi di diritto d’autore. Da ultimo si può aggiungere uno dei temi proposti. A questo punto, se il lavoro finale viene ritenuto soddisfacente, si può condividere direttamente il video così ottenuto con i propri contatti social, oppure si può salvare il codice per inserirlo sul proprio blog o pagina web. Un’alternativa ad Adobe Stock Video si chiama Animoto, che prevede un abbonamento non molto oneroso (20 euro mensili) ma offre molte più possibilità di modifica e video già pronti per la condivisione su YouTube. Da ultimo ricordiamo proprio YouTube Director di Google, altro efficace tool per creare delle slide animate.

Read More
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!