Galveston

Progetti audiovisivi

Facebook e il mondo dei video

Posted by on Ott 18, 2017

Facebook, il social network inventato e posseduto da Mark Zuckerberg e uno dei più popolari al mondo, cerca sempre di stare al passo con i tempi per offrire ai suoi utenti iscritti funzionalità sempre più evolute e soprattutto sempre più in linea con i gusti delle persone. Una delle virate più decise che sembra stia descrivendo negli ultimi tempi va in direzione di uno sfruttamento sempre più intensivo dei video, che fino ad ora sono stati solo uno dei tanti contenuti che era possibile condividere sulle bacheche ma che sembrano stiano acquistando una posizione sempre più preponderante, viste le ultime acquisizioni effettuate dalla società. Il primo grande annuncio c’è stato nei primi giorni del mese di agosto 2017, quando Zuckerberg ha fatto sapere di aver inaugurato Facebook Watch, una piattaforma dedicata appositamente alla condivisione dei video in tempo reale. Al momento questo servizio è disponibile solo per gli USA ma è certo che non tarderà molto a diffondersi anche nel resto del mondo internettiano. Facebook Watch funziona in questo modo: si tratta in tutto e per tutto di un altro sito raggiungibile da Facebook versione desktop o da app, che appare diviso in due parti. La prima sezione riguarda tutto ciò che in quel momento viene maggiormente condiviso sul social dai propri contatti, e non solo: diciamo che è una playlist di tutti i contenuti video più popolari del momento in assoluto. La seconda è invece una watchlist dove ogni utente può personalizzare i contenuti di suo interesse inserendo solo ciò che gli piace. Un aspetto piuttosto significativo di Facebook Watch è che si tratta di una piattaforma fortemente controllata: al suo interno cioè non è possibile caricare di tutto ma solo i contenuti che vengono approvati dallo staff del social. Come invece già accade per i video in diretta di Facebook Live è possibile commentare in tempo reale quello che si sta guardando o registrare un parere e lasciarlo on line per gli utenti successivi. Ma la notizia più recente che fa sospettare come Zuckerberg e i suoi abbiano in programma altre migliorie arriva dalla società tedesca Fayteq, che di recente ha pubblicato un annuncio on line sul suo sito ufficiale facendo sapere ai suoi utenti che i suoi prodotti non sono più acquistabili, in quanto sono già stati acquistati tutti da Facebook. Di cosa si occupa Fayteq? Fayteq si è sempre occupata di sviluppare plug-in che funzionassero sui più popolari programmi di editing video, e che hanno sempre avuto un obiettivo ben specifico. Le applicazioni Fayteq riescono a cancellare da un filmato qualunque oggetto o elemento si desideri che sparisca. Il motivo per cui Facebook potrebbe avere bisogno di utilizzare una funzionalità del genere per ora resta un mistero, anche se sono state fatte diverse ipotesi, ad esempio che potrebbe servire per creare degli effetti speciali in Facebook Live, o in Facebook Stories, oppure che potrebbe essere usato per elaborare filmati in Camera Effects. Tutto ciò che appare certo è che YouTube deve cominciare a preoccuparsi. Tutte le nuove funzionalità di cui sta facendo incetta Zuckerberg, ivi comprese quelle di Source3 che serve a riconoscere le violazioni di copyright, dimostrano come il social network più usato al mondo stia decisamente cercando di diventare leader anche nel campo della condivisione di contenuti video, offrendo ai suoi utenti la gamma più vasta possibile di potenzialità di manipolazione e visione.

Read More

Openshot: un software gratuito che non ha niente da invidiare agli altri

Posted by on Ott 18, 2017

Sono ormai passati i tempi in cui il video editing era appannaggio di pochi addetti ai lavori. Fino a qualche anno fa poter manipolare dei file video richiedeva competenze molto specifiche e attrezzature professionali molto costose. Grazie all’evoluzione tecnologica invece oggi chiunque può divertirsi a modificare i propri video, grazie alla messa in commercio di numerosi software facili ed intuitivi, alla portata di tutti, anche di chi non ha molta dimestichezza con il mondo dei computer. Per la verità attualmente il vero problema è trovare il programma più giusto per le proprie esigenze, visto che ce ne sono davvero tantissimi in commercio, e non solo: esistono anche diversi programmi freeware che non richiedono il pagamento di alcuna licenza. Si potrebbe pensare che però questi programmi offrano una gamma meno variegata di opzioni rispetto a quelli a pagamento, e questo naturalmente è vero. Ciò non toglie che anche dei software di video editing gratuiti possano svolgere egregiamente il loro lavoro e aiutare l’utente ad ottenere l’effetto finale desiderato. La domanda però resta sempre la stessa: quale software scegliere in mezzo ad un’offerta tanto vasta? Un’opzione molto valida tra i programmi freeware è rappresentata da Openshot. Openshot è stato creato nel 2008 in versione gratuita, ovvero può essere scaricato ed utilizzato da chiunque senza dover versare alcuna cifra. Il download si può effettuare dal sito ufficiale di Openshot, che è compatibile con sistema operativo Windows, Mac e Linux e dunque da questo punto di vista è molto versatile. Il primo aspetto interessante di questo programma è che non modifica in modo definitivo il video sorgente: vale a dire che il file che viene prelevato dall’hard disk del computer per essere manipolato viene salvato in un nuovo file che non si sovrascrive a quello che esiste già e che si usa come base di lavoro. Con questo software non solo si possono modificare i video già esistenti, ma anche crearne di nuovi facendo il montaggio di immagini e foto. Il prodotto finale che si ottiene è già pronto per essere pubblicato in internet e sui social network dedicati come YouTube. Un utente alle prime armi si trova subito a suo agio con Openshot perché l’interfaccia è davvero elementare e permette di individuare in modo intuitivo i comandi che permettono di svolgere determinate azioni. Inoltre tale interfaccia si integra con il resto dell’ambiente del pc poiché gli elementi che si vogliono aggiungere al filmato possono essere trascinati dentro la finestra di Openshot con il semplice metodo di drag&drop. Altra caratteristica molto interessante è la grande varietà di formati di file video che supporta, molto più ampia rispetto alla media dei programmi freeware. Tali formati sono supportati tanto in entrata che in uscita. Ma Openshot non permette solo di effettuare dei semplici copia e incolla o degli assemblaggi, o riduzioni di video; permette anche di aggiungere degli effetti visuali di transizione, di aggiungere delle scritte e dei titoli e quindi di personalizzare in modo completo il proprio filmato. I titoli possono essere anche realizzati in formato tridimensionale e venire animati. Ovviamente al video può essere aggiunta o sovrapposta una traccia audio selezionando i file musicali nell’hard disk del proprio computer. Openshot ha anche molte altre features che vengono elencate nel dettaglio nel suo sito ufficiale. È un programma che viene spesso consigliato nelle scuole in virtù del suo essere freeware, oltre che facile da usare anche per i ragazzi.

Read More

Lumbeyard, il motore grafico di Amazon che dà vita ai giochi

Posted by on Ott 18, 2017

Un motore grafico totalmente gratuito, con una piattaforma multifunzionale in grado di creare giochi in 3D. Amazon tenta di entrare nel mondo del games developement offrendo un prodotto, utilizzabile in modo gratuito, ma con delle condizioni specifiche, tipo quella di sfruttare la funzionalità del calcolo.

Come appena detto, Lumbeyard è un motore grafico che consente di dar vita a giochi in 3D e sfruttare tutte le potenzialità dei video streaming di Twitch. Il mercato è bello caldo e la potenza Amazon gli ha buttato gli occhi e non solo: infatti, con questo prodotto totalmente gratis, il colosso vuole entrare nel mondo dello sviluppo di giochi. Le uniche condizioni sono quelle di usare i servizi correlati di Amazon, come il servizio cloud, che per molti sviluppatori di giochi non causerà nessun tipo di problema.

Lumbeyard, secondo il suo creatore, permette di avere la totale concentrazione sul gioco, sviluppando anche attività legate al marketing e pensare sempre meno a tutto ciò che concerne gestione di server ed infrastrutture. Sono disponibili diverse funzionalità, tra cui tecnologie che permettono di creare mondi virtuali molto simili alla realtà, ottenendo anche effetti tipo nebbia, neve ma anche di fitta vegetazione.

Il network Gridmate presenta delle caratteristiche funzionali per questo progetto, come la flessibilità: inoltre, sono presenti funzioni per gestire suoni e tante altre attività che sono tipici di giochi e video games. Gli sviluppatori che utilizzeranno Lumbeyard di Amazon, godranno della gestione totale della memoria piuttosto che di CPU e grafica. Essendo anche nelle fasi iniziali, è disponibile un test per Windows ma, ben presto ci assicurano, che sarà disponibile anche per Android, iOS, Linux e OS X: sono uscite voci che questo engine abbia tutte le caratteristiche per supportare Oculus Rift.

C’è una curiosità che gira attorno all’utilizzo di Lumbeyard: oltre alle clausole legali classiche per l’utilizzo di questo tipo di prodotti, in questo prodotto Amazon è presente la clausola anti zombi, che specifica in quali campi può essere utilizzato Lumbeyard. A tal proposito, sono esclusi gli usi impropri per strumentazione aerea, medica piuttosto che quella nucleare e spaziale. Ma come procede il paragrafo 57.10, quello appunto della clausola anti zombi, Lumbeyard potrà essere utilizzato in caso di occorenza di un infezione virale che può provocare la rianimazioni di cadaveri umani.

Insomma, come ben si capisce, si tratta di qualche sviluppatore burlone che, dopo lungo e faticoso lavoro, ha voluto trovare il lato comico di questo progetto di Amazon. Tra le caratteristiche della piattaforma però manca il linguaggio Flash e anche quello HMTL5. Questo rende di fatto impossibile sviluppare sulla piattaforma Amazon degli istant games, come possono essere ad esempio i giochi di slot machine. Troverete i migliori esempi di questa tipologia di giochi all’indirizzo www.richslots.it. I colossi del settore come Net Entertainment e Microgaming, possono dormire sonni tranquilli.

Read More
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!