Galveston

Progetti audiovisivi

App per editare video da postare sui social

Posted by on Feb 11, 2019

Grazie ai telefonini di ultima generazione è diventato più facile e divertente non solo scattare foto in qualunque situazioni ci si trovi, ma anche girare dei brevi filmati. La cosa più divertente, poi, è condividere questi filmati con amici e conoscenti attraverso i social network. Nessuno di noi però è Steven Spielberg! Così il filmato da condividere, a volte, non è riuscito proprio a regola d’arte e ci vergogniamo un po’ a metterlo in rete. Ecco perché in poco tempo sono proliferate numerose app di video editing, programmini molto snelli e facili da usare che puoi installare sullo smartphone. Se un tempo i programmi di video editing erano software molto pesanti ad esclusivo appannaggio dei professionisti del settore, oggi, accanto a questi programmi professionali, esistono anche applicazioni pensate per essere usate davvero da chiunque. Naturalmente non ci puoi fare tutte le modifiche che potresti effettuare usando un programma più completo, ma sono sufficienti per rendere gradevole un breve filmato girato con il telefonino al fine di condividerlo sui social network. In pochi tap il tuo video, un po’ scuro e con l’audio incerto, diventerà un breve trailer da far girare in internet! Eccoti un breve elenco delle migliori app che puoi scaricare, a seconda che tu possieda un telefonino che usa sistema operativo iOS o Android. Se hai un iPhone, l’app per eccellenza che puoi adoperare si chiama iMovie e la puoi scaricare gratuitamente anche su iPad. Con iMovie con pochissime operazioni molto intuitive puoi modificare il tuo filmato tagliandolo e regolando il volume. Inoltre puoi anche applicare alcuni effetti simili a quelli che trovi anche su Instagram per rendere il video ancora più vivace. Inoltre iMovie ha un’interessante funzione che serve a creare dei trailer dei tuoi video. Se il filmato è molto lungo, l’applicazione si preoccupa di estrapolare le immagini più significative, montandole poi sulla base di temi preimpostati. Quando hai concluso il tuo lavoro e ti senti soddisfatto di quello che hai ottenuto, puoi salvare il risultato sul tuo device, oppure puoi condividerlo direttamente tramite Facebook, Instagram, Twitter, o qualunque altro sia il tuo social preferito, premendo un semplice pulsante. Un’altra app pensata per dispositivi iOS è Clips, il cui scopo primario è proprio quello di realizzare delle “clip video”, come fa intuire il suo stesso nome, da pubblicare sui social network. Con Clips crei filmati brevi e divertenti in pochi tap; è un’app che quindi ha meno funzioni di iMovie perché è dedicata proprio ad un’unica esclusiva finalità. Passiamo ora ad elencare qualche app che invece funziona sui dispositivi Android e che puoi scaricare da Google Play. KineMaster è considerata da tutti gli utenti una delle migliori in assoluto; la puoi usare nella versione gratuita, ma sappi che alla fine i tuoi video avranno una filigrana impressa. Per eliminarla devi acquistare la versione a pagamento, che comunque non costa che pochi euro al mese. Con la versione base puoi montare il tuo filmato come preferisci, aggiungere audio (musica o una narrazione da te registrata) e mettere dei sottotitoli. A parte puoi acquistare effetti e sticker da aggiungere al tuo lavoro. Cyberlink Action Director funziona in modo molto simile a KineMaster ma è ancora più semplice da utilizzare. Basta fare tap sullo schermo per aumentare o diminuire il volume dell’audio o per introdurre una nuova traccia musicale. Anche in questo caso puoi usare la versione gratuita, con meno funzionalità e che pubblica il video con un logo sovrascritto, o acquistare la versione a pagamento per poter fruire di tutte le feature di questo strumento.

Read More

BeeCut: l’editing video per tutti

Posted by on Feb 11, 2019

Se un tempo la modifica dei filmati era appannaggio esclusivo degli addetti ai lavori, al giorno d’oggi un po’ tutti amiamo dilettarci di editing video. Questo perché, grazie ai moderni telefonini, è diventato molto più facile e usuale di un tempo girare dei brevi filmati. In seguito ci piace postarli sui social media, oppure realizzare un collage di diversi momenti registrati durante una vacanza, un corso, una passeggiata.

Per questo i produttori di software video stanno mettendo a punto degli strumenti che sono alla portata di tutti, sia dal punto di vista dei costi che dell’usabilità. Questo è, ad esempio, il caso di BeeCut, un programma meno conosciuto rispetto a quelli prodotti da altri brand più blasonati, ma che offre moltissime possibilità di manipolazione unite ad una grande semplicità di utilizzo. Anche il meno esperto nell’utilizzo del computer troverà la sua interfaccia molto intuitiva. Quando si avvia il programma ci si trova davanti una schermata nera, che consente di mettere meglio in risalto i singoli elementi che verranno mano a mano introdotti dall’utente. La schermata è divisa in due parti. Sulla parte destra sarà sempre visibile un’anteprima del lavoro che si sta svolgendo; nella parte sinistra compaiono i vari elementi, video, audio o foto, che si desiderano comporre all’interno del filmato finale. L’utente quindi, per prima cosa, deve prelevare dalla memoria del proprio computer il filmato che intende modificare, o i filmati. Una delle caratteristiche più interessanti di BeeCut è proprio l’estrema facilità con cui permette di unire più video, utilizzando degli efficaci effetti di sfumatura tra l’uno e l’altro. Inoltre BeeCut mette a disposizione dell’utente tanti strumenti diversi per manipolare i singoli frammenti di video. Un filmato può essere tagliato con facilità, visualizzando i vari frame sulla timeline. Anche un singolo frame può essere ritagliato, creando un effetto zoom o mettendo in evidenza un particolare dell’inquadratura. Gli effetti di transizione rendono facile inserire nel filmato anche delle immagini statiche, o creare un video in movimento partendo da una serie di fotografie. All’interno del filmato che si viene componendo si possono inserire anche degli “effetti speciali”, come dei petali che vengono trasportati dal vento, davvero molto gradevoli. Naturalmente si possono aggiungere anche delle scritte, ad esempio dei titoli in sovraimpressione, modificando i caratteri sia nel font, che nella dimensione, che nel colore. L’utente ha il pieno controllo del suo lavoro, che può far evolvere in tutto e per tutto secondo i suoi desideri. Al termine della lavorazione, infine, si può salvare il filmato in tanti formati diversi, scegliendo tra tutti quelli più comuni. BeeCut può essere scaricato gratuitamente dal suo sito: se si usa la versione non a pagamento il video che si è creato verrà pubblicato con un logo in filigrana. Per evitarlo si può acquistare la licenza, che ha un costo davvero ridotto sia nella versione mensile, che annuale, che perpetua. BeeCut è un ottimo strumento per chi vuole dare un tocco in più ai video che ha girato, e appare ideale soprattutto per chi vuole cucire insieme più file diversi. Gli strumenti di taglio e montaggio sono facili, intuitivi, alla portata di tutti. Altro punto di forza del software è la capacità di elaborare diverse estensioni di file, in modo da far risultare compatibile il video creato con una vasta gamma di dispositivi diversi, anche quelli portatili che usano sistema operativo Android o Apple.

Read More

Lumbeyard, il motore grafico di Amazon che dà vita ai giochi

Posted by on Nov 29, 2018

Un motore grafico totalmente gratuito, con una piattaforma multifunzionale in grado di creare giochi in 3D. Amazon tenta di entrare nel mondo del games developement offrendo un prodotto, utilizzabile in modo gratuito, ma con delle condizioni specifiche, tipo quella di sfruttare la funzionalità del calcolo.

Come appena detto, Lumbeyard è un motore grafico che consente di dar vita a giochi in 3D e sfruttare tutte le potenzialità dei video streaming di Twitch. Il mercato è bello caldo e la potenza Amazon gli ha buttato gli occhi e non solo: infatti, con questo prodotto totalmente gratis, il colosso vuole entrare nel mondo dello sviluppo di giochi. Le uniche condizioni sono quelle di usare i servizi correlati di Amazon, come il servizio cloud, che per molti sviluppatori di giochi non causerà nessun tipo di problema.

Lumbeyard, secondo il suo creatore, permette di avere la totale concentrazione sul gioco, sviluppando anche attività legate al marketing e pensare sempre meno a tutto ciò che concerne gestione di server ed infrastrutture. Sono disponibili diverse funzionalità, tra cui tecnologie che permettono di creare mondi virtuali molto simili alla realtà, ottenendo anche effetti tipo nebbia, neve ma anche di fitta vegetazione.

Il network Gridmate presenta delle caratteristiche funzionali per questo progetto, come la flessibilità: inoltre, sono presenti funzioni per gestire suoni e tante altre attività che sono tipici di giochi e video games. Gli sviluppatori che utilizzeranno Lumbeyard di Amazon, godranno della gestione totale della memoria piuttosto che di CPU e grafica. Essendo anche nelle fasi iniziali, è disponibile un test per Windows ma, ben presto ci assicurano, che sarà disponibile anche per Android, iOS, Linux e OS X: sono uscite voci che questo engine abbia tutte le caratteristiche per supportare Oculus Rift.

C’è una curiosità che gira attorno all’utilizzo di Lumbeyard: oltre alle clausole legali classiche per l’utilizzo di questo tipo di prodotti, in questo prodotto Amazon è presente la clausola anti zombi, che specifica in quali campi può essere utilizzato Lumbeyard. A tal proposito, sono esclusi gli usi impropri per strumentazione aerea, medica piuttosto che quella nucleare e spaziale. Ma come procede il paragrafo 57.10, quello appunto della clausola anti zombi, Lumbeyard potrà essere utilizzato in caso di occorenza di un infezione virale che può provocare la rianimazioni di cadaveri umani.

Insomma, come ben si capisce, si tratta di qualche sviluppatore burlone che, dopo lungo e faticoso lavoro, ha voluto trovare il lato comico di questo progetto di Amazon. Tra le caratteristiche della piattaforma però manca il linguaggio Flash e anche quello HMTL5. Questo rende di fatto impossibile sviluppare sulla piattaforma Amazon degli istant games, come possono essere ad esempio i giochi di slot machine. Troverete i migliori esempi di questa tipologia di giochi all’indirizzo www.richslots.it. I colossi del settore come Net Entertainment e Microgaming, possono dormire sonni tranquilli.

Read More
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!