Galveston

Progetti audiovisivi

App gratuite e a pagamento per modificare video sul telefonino

Posted by on Set 28, 2018

Al giorno d’oggi, quando dobbiamo scattare una foto o fare un video, amiamo farlo usando il nostro smartphone o il tablet. I dispositivi mobili di ultima generazione, infatti, sono dotati di fotocamere frontali e posteriori di grande risoluzione che non hanno nulla da invidiare nemmeno alle migliori macchine fotografiche digitali. Quando si gira un filmato, però, potremmo avere voglia di effettuare qualche modifica prima di mandarlo ad amici o parenti o prima di condividerlo sui social. Sarebbe una vera noia dover scaricare il video sul computer, per poi usare il programma di video editing che preferiamo. Per questo sono state create numerose app che permettono di fare l’operazione di editing video direttamente con lo smartphone, in poche semplici mosse, e ottenendo gli stessi risultati che se lo si facesse da pc. Scopriamo insieme quali sono le app migliori che puoi usare, sia gratuite che a pagamento. Come sai, infatti, le applicazioni possono comportare dei costi oppure no: la scelta dipende da te e dall’uso che ne vuoi fare. Considera però che anche le app a pagamento hanno sempre una versione gratuita di prova, quindi non devi fare il tuo acquisto a scatola chiusa. Puoi provare l’app per un determinato periodo di tempo, al termine del quale decidere se proseguire con l’acquisto oppure rivolgerti ad altro. Un’ottima app a pagamento è InShot, che è finalizzata soprattutto alla pubblicazione sui social, specie Instagram. Ha diverse funzioni: video, collage e foto. Se devi editare un filmato scegli la prima, poi carichi il video da modificare. Le operazioni che puoi compiere sono quelle solitamente previste in ogni buon editor video: puoi tagliare e montare diversamente i frame, aggiungere musica, aggiungere degli effetti. Alla fine puoi aggiungere anche una cornice e tutti gli stickers che vuoi, e da ultimo hai l’opzione tra due formati diversi, uno in 4:5 per Instagram e l’altro in 16:9 per YouTube. Un’altra app a pagamento molto valida è Kinemaster. La sua principale prerogativa è che si adatta ad ogni tipo di utente. Se sei abbastanza esperto di editing video puoi scegliere un progetto vuoto e decidere in ogni singolo aspetto cosa vuoi fare con il tuo filmato. In alternativa puoi anche scegliere la procedura guidata che ti offre dei modelli predefiniti. Con Kinemaster puoi anche aggiungere degli effetti tridimensionali. Anche se all’inizio può apparire un po’ poco chiaro, una volta presa dimestichezza è uno strumento davvero efficace e semplice da usare. Se però non vuoi pagare del denaro per le tue app ci sono anche delle alternative gratuite che puoi scaricare sul tuo smartphone. Se possiedi un iPhone l’equivalente di iMovie per pc è iMovie app, che ti permette di modificare tutti i video che hai salvati sul telefono, o nel Cloud, o che hai appena girato. Puoi aggiungere una colonna sonora, fare un mix tra due video usando degli effetti di transizione, inserire dei titoli. La personalizzazione possibile è molto ampia. Per chi possiede un dispositivo Android un’alternativa gratuita è Adobe Premiere Clip, uno dei tanti figli della nota azienda Adobe. Per usarla devi fare una registrazione iniziale, dopodiché avrai anche 2 Giga di memoria per salvare i filmati inclusi. Con la modalità “clip automatico” puoi lasciare che sia l’app a fare tutto da sola (alla fine comunque potrai fare delle modifiche). Oppure puoi modificare tu come vuoi il tuo video, e poi lo puoi direttamente condividere su YouTube, o salvare sul tuo smartphone. Ricorda che video modificati con app gratuite a volte mostrano una filigrana finale; se non ti piace, dovrai usare una versione a pagamento.

Read More

Un editor potente ma sottovalutato: Da Vinci Resolve 15

Posted by on Set 12, 2018

Molto spesso nel mondo delle nuove tecnologie ci sono prodotti che vengono preferiti dalla maggioranza degli utenti non perché siano oggettivamente migliori di altri, ma solo perché godono di una fama più estesa e sono, per così dire, più alla portata di tutti (magari solo perché maggiormente pubblicizzati). Ci sono poi software che non hanno nulla da invidiare ai loro omologhi più noti, ma che vengono un po’ snobbati dall’utenza e anche dalla stampa specializzata. Uno di questi software è Da Vinci Resolve 15, che l’azienda BlackMagic Design ha pubblicato insieme al rilascio della sua ultima videocamera, Pocket Cinema Camera 4K. Rispetto al molto più diffuso Adobe Premiere Pro CC, che è un software di video editing esattamente come il Da Vinci Resolve, non presenta molte differenze, ma è assai meno usato. Scopriamo invece quali sono le caratteristiche che potrebbero renderlo preferibile ad altri “colleghi” più blasonati, o quanto meno che fanno capire che vale la pena di prenderlo in considerazione. Il Da Vinci Resolve 15 è un programma che si può usare sia nella versione gratuita che in quella Studio a pagamento, che costa 300 dollari circa. Naturalmente la versione a pagamento presenta molte funzionalità in più e il suo costo non è affatto esorbitante, se si pensa che per il programma Adobe si deve pagare un abbonamento mensile. In questo caso invece la licenza è perenne e gli aggiornamenti sono sempre gratuiti. La prima caratteristica che appare chiara usando il Da Vinci Resolve è la sua grande potenza. Essendo stato studiato per lavorare i file prodotti con la camera BlackMagic è in grado di lavorare anche dei file con estensioni molto pesanti, come gli MKV. Si può usare con qualunque sistema operativo, da Windows a Mac a Linux. Comprende quattro moduli (effetti audio, effetti visivi, modifica del colore, modifica dei fotogrammi) e in più ha anche un quinto modulo che si chiama Fusion e che rende equiparabile il Da Vinci Resolve ai più evoluti software hollywoodiani. Con Fusion, infatti, si possono realizzare moltissimi “effetti speciali”, ad esempio grafiche in 3D, in modo molto semplice e realistico. Anche se il software si rivolge ad un pubblico esperto il suo funzionamento è molto semplice ed intuitivo. L’interfaccia grafica è subito accessibile e consente di effettuare tutte le modifiche che si desiderano attraverso i comandi facili da intuire e usare. Un altro aspetto che rende il Da Vinci un programma molto facile da usare è la sua grande velocità: infatti il sistema di rendering permette l’aggiornamento della schermata di lavoro in tempi molto brevi. La versione precedente di questo programma era finalizzata soprattutto alla modifica del colore dei filmati, e questa resta una delle feature di punta anche della versione 15; inoltre è possibile apportare modifiche anche all’audio con degli strumenti che sono davvero semplici da usare. Ad esempio ci sono degli strumenti per la sostituzione automatica dei dialoghi e tanti effetti sonori che possono essere aggiunti per migliorare la clip a cui si sta lavorando. Le uniche pecche che si possono riscontrare rispetto al software Adobe è che non lavora in tandem con altri programmi per il fotoritocco, mentre nella suite Adobe è incluso anche il Photoshop. Se però si ha bisogno soltanto di un programma per la modifica dei video, il Da Vinci Resolve della BlackMagic Design appare un prodotto completo e adatto a tutti, sia utenti base che utenti più esperti, ad un costo contenuto anche nella versione Studio.

Read More

Lumbeyard, il motore grafico di Amazon che dà vita ai giochi

Posted by on Ago 9, 2018

Un motore grafico totalmente gratuito, con una piattaforma multifunzionale in grado di creare giochi in 3D. Amazon tenta di entrare nel mondo del games developement offrendo un prodotto, utilizzabile in modo gratuito, ma con delle condizioni specifiche, tipo quella di sfruttare la funzionalità del calcolo.

Come appena detto, Lumbeyard è un motore grafico che consente di dar vita a giochi in 3D e sfruttare tutte le potenzialità dei video streaming di Twitch. Il mercato è bello caldo e la potenza Amazon gli ha buttato gli occhi e non solo: infatti, con questo prodotto totalmente gratis, il colosso vuole entrare nel mondo dello sviluppo di giochi. Le uniche condizioni sono quelle di usare i servizi correlati di Amazon, come il servizio cloud, che per molti sviluppatori di giochi non causerà nessun tipo di problema.

Lumbeyard, secondo il suo creatore, permette di avere la totale concentrazione sul gioco, sviluppando anche attività legate al marketing e pensare sempre meno a tutto ciò che concerne gestione di server ed infrastrutture. Sono disponibili diverse funzionalità, tra cui tecnologie che permettono di creare mondi virtuali molto simili alla realtà, ottenendo anche effetti tipo nebbia, neve ma anche di fitta vegetazione.

Il network Gridmate presenta delle caratteristiche funzionali per questo progetto, come la flessibilità: inoltre, sono presenti funzioni per gestire suoni e tante altre attività che sono tipici di giochi e video games. Gli sviluppatori che utilizzeranno Lumbeyard di Amazon, godranno della gestione totale della memoria piuttosto che di CPU e grafica. Essendo anche nelle fasi iniziali, è disponibile un test per Windows ma, ben presto ci assicurano, che sarà disponibile anche per Android, iOS, Linux e OS X: sono uscite voci che questo engine abbia tutte le caratteristiche per supportare Oculus Rift.

C’è una curiosità che gira attorno all’utilizzo di Lumbeyard: oltre alle clausole legali classiche per l’utilizzo di questo tipo di prodotti, in questo prodotto Amazon è presente la clausola anti zombi, che specifica in quali campi può essere utilizzato Lumbeyard. A tal proposito, sono esclusi gli usi impropri per strumentazione aerea, medica piuttosto che quella nucleare e spaziale. Ma come procede il paragrafo 57.10, quello appunto della clausola anti zombi, Lumbeyard potrà essere utilizzato in caso di occorenza di un infezione virale che può provocare la rianimazioni di cadaveri umani.

Insomma, come ben si capisce, si tratta di qualche sviluppatore burlone che, dopo lungo e faticoso lavoro, ha voluto trovare il lato comico di questo progetto di Amazon. Tra le caratteristiche della piattaforma però manca il linguaggio Flash e anche quello HMTL5. Questo rende di fatto impossibile sviluppare sulla piattaforma Amazon degli istant games, come possono essere ad esempio i giochi di slot machine. Troverete i migliori esempi di questa tipologia di giochi all’indirizzo www.richslots.it. I colossi del settore come Net Entertainment e Microgaming, possono dormire sonni tranquilli.

Read More
scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!