Galveston

Progetti audiovisivi

Quattro software gratuiti per il video editing

Posted by on Feb 28, 2018

Per chi non si occupa di manipolazione dei video a livello professionale potrebbe essere proibitivo acquistare certe suite o certi programmi che si trovano in commercio, i cui costi di licenza sono davvero esorbitanti e di certo non accessibili da chi intende fare solo qualche ritocco ad un filmino girato in famiglia. È anche vero, però, che siamo diventati un po’ tutti degli appassionati di video, vista la facilità con cui li possiamo realizzare usando i dispositivi di ultima generazione. Per salvare capra e cavoli proviamo a vedere quali sono i migliori software gratuiti che permettono di lavorare i filmati in post produzione. Il primo dell’elenco si chiama Avidemux ed è relativo alla pubblicazione di video sul noto social network Instagram. Proprio come Instagram ,anche Avidemux è semplice ed intuitivo da usare. Si presenta con un’interfaccia molto elementare che permette di eseguire le operazioni di base con pochi click. Si può tagliare il filmato, si possono applicare dei filtri o dei codex. L’aspetto più interessante è che molte operazioni possono essere automatizzate usando degli script che si possono dedurre usando l’ampia pagina wiki che c’è a disposizione su Avidemux. Questo software ha anche il vantaggio di occupare poco spazio e di essere quindi molto leggero; ha tante opzioni in output e si possono applicare diversi tipi di estensioni. Gli unici difetti del software sono la poca intuitività nell’utilizzo delle funzioni non di base, e la possibilità di bug che possono causare anche dei crash improvvisi. Quest’ultimo problema si può ovviare usando sempre le impostazioni predefinite. Il secondo software gratuito a cui si potrebbe accedere per la manipolazione dei video si chiama Hitfilm, che si presenta in modo molto pomposo e altisonante, promettendo la possibilità di applicare effetti speciali degni di kolossal come “Star Wars”. Nella realtà dei fatti il programma permette di applicare 180 effetti visivi di base; se ne possono però acquistare anche degli altri a parte. Hitfilm si presenta dunque come un prodotto adatto a chi ha già un video completo e vorrebbe solo aggiungere degli effetti nuovi e interessanti; da questo punto di vista esiste anche la possibilità di confrontarsi con la community degli utenti. Passiamo ora a parlare di Shotcut, che fra i software analizzati è forse il più semplice ed intuitivo, e quello maggiormente alla portata di un neofita che si interfacci per la prima volta con programmi di questo tipo. Le operazioni di avvio e fine lavoro, vale a dire l’importazione del filmato da editare e poi la sua pubblicazione, sono estremamente semplificate. I formati in uscita che si possono selezionare sono davvero tantissimi. La schermata di lavoro si può personalizzare a piacimento in quanto è stata studiata in blocchi modulari, che si possono spostare e posizionare nel modo ritenuto più idoneo alla propria modalità di lavoro. Il programma è molto versatile, permette di effettuare numerose modifiche con estrema facilità. Concludiamo infine con Openshot, che appare lo strumento ideale per chi ha una grande mole di lavoro da sbrigare e deve farlo in modo rapido ed efficace. Openshot ha un’interfaccia studiata per permette di spostare con facilità diverse sezioni video o singoli fotogrammi per poi ricomporli in una nuova sequenza, tagliando e muovendo i frame con immediatezza. Ci sono moltissimi effetti di post produzione da poter poi aggiungere, ad esempio strutture di animazione in 3D, oltre che la possibilità di completare il filmato con delle tracce audio. Ognuno di questi quattro strumenti può essere di grande aiuto per chi vuole avvicinarsi al mondo del video editing senza dover spendere cifre elevate.

scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!