Galveston

Progetti audiovisivi

BeeCut: l’editing video per tutti

Posted by on Feb 11, 2019

Se un tempo la modifica dei filmati era appannaggio esclusivo degli addetti ai lavori, al giorno d’oggi un po’ tutti amiamo dilettarci di editing video. Questo perché, grazie ai moderni telefonini, è diventato molto più facile e usuale di un tempo girare dei brevi filmati. In seguito ci piace postarli sui social media, oppure realizzare un collage di diversi momenti registrati durante una vacanza, un corso, una passeggiata.

Per questo i produttori di software video stanno mettendo a punto degli strumenti che sono alla portata di tutti, sia dal punto di vista dei costi che dell’usabilità. Questo è, ad esempio, il caso di BeeCut, un programma meno conosciuto rispetto a quelli prodotti da altri brand più blasonati, ma che offre moltissime possibilità di manipolazione unite ad una grande semplicità di utilizzo. Anche il meno esperto nell’utilizzo del computer troverà la sua interfaccia molto intuitiva. Quando si avvia il programma ci si trova davanti una schermata nera, che consente di mettere meglio in risalto i singoli elementi che verranno mano a mano introdotti dall’utente. La schermata è divisa in due parti. Sulla parte destra sarà sempre visibile un’anteprima del lavoro che si sta svolgendo; nella parte sinistra compaiono i vari elementi, video, audio o foto, che si desiderano comporre all’interno del filmato finale. L’utente quindi, per prima cosa, deve prelevare dalla memoria del proprio computer il filmato che intende modificare, o i filmati. Una delle caratteristiche più interessanti di BeeCut è proprio l’estrema facilità con cui permette di unire più video, utilizzando degli efficaci effetti di sfumatura tra l’uno e l’altro. Inoltre BeeCut mette a disposizione dell’utente tanti strumenti diversi per manipolare i singoli frammenti di video. Un filmato può essere tagliato con facilità, visualizzando i vari frame sulla timeline. Anche un singolo frame può essere ritagliato, creando un effetto zoom o mettendo in evidenza un particolare dell’inquadratura. Gli effetti di transizione rendono facile inserire nel filmato anche delle immagini statiche, o creare un video in movimento partendo da una serie di fotografie. All’interno del filmato che si viene componendo si possono inserire anche degli “effetti speciali”, come dei petali che vengono trasportati dal vento, davvero molto gradevoli. Naturalmente si possono aggiungere anche delle scritte, ad esempio dei titoli in sovraimpressione, modificando i caratteri sia nel font, che nella dimensione, che nel colore. L’utente ha il pieno controllo del suo lavoro, che può far evolvere in tutto e per tutto secondo i suoi desideri. Al termine della lavorazione, infine, si può salvare il filmato in tanti formati diversi, scegliendo tra tutti quelli più comuni. BeeCut può essere scaricato gratuitamente dal suo sito: se si usa la versione non a pagamento il video che si è creato verrà pubblicato con un logo in filigrana. Per evitarlo si può acquistare la licenza, che ha un costo davvero ridotto sia nella versione mensile, che annuale, che perpetua. BeeCut è un ottimo strumento per chi vuole dare un tocco in più ai video che ha girato, e appare ideale soprattutto per chi vuole cucire insieme più file diversi. Gli strumenti di taglio e montaggio sono facili, intuitivi, alla portata di tutti. Altro punto di forza del software è la capacità di elaborare diverse estensioni di file, in modo da far risultare compatibile il video creato con una vasta gamma di dispositivi diversi, anche quelli portatili che usano sistema operativo Android o Apple.

scriptsell.neteDataStyle - Best Wordpress Services

Share This

Share this post with your friends!